Pancakes integrali

PancakesIntegrali1

Non potevo smentirmi, proprio no, neanche questa volta. Ogni partenza (o ripartenza), ogni ripresa fisica, mentale, lavorativa o quello che sia non può che cominciare dalla colazione per quanto mi riguarda. Perché una colazione gustosa ed energetica (sembro la reclame delle brioscine ai cereali) ci guarda e ci dice: coraggio! oggi non potrà che essere una giornata strepitosa.

PancakesIntegrali2

Pancakes integrali
1 tazza di latte (o mezza di latte e mezza di latticello)
1 etto scarso di farina integrale
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di bicarbonato
2 cucchiai di zucchero
1 uovo
1/2 tazza di olio di semi
:: Si mischiano tutti gli ingredienti in una ciotola sbattendo bene con una frusta. Si lascia riposare il composto per qualche minuto, e nel frattempo si fa scaldare una padella antiaderente con un filo d’olio. Si mettono 2 cucchiai di crema nella padella e si fa cuocere ogni pancake su entrambi i lati per un paio di minuti (quando si iniziano a formare delle bolle sulla superficie, è ora di girare e terminare la cottura). Si servono i pancakes caldi con dei frutti di bosco e un po’ di sciroppo d’acero (ma dai?!).

PancakesIntegrali3

Collezione di zuppe sane per rimettersi in forma

CollectionOfSoups

Quando si sta poco bene (cosa che è capitata a me negli ultimi giorni) non bisogna affaticare più del necessario l’organismo già ridotto ad uno straccetto. Quindi vietato mangiare pesante, che lo stomaco proprio non ha nessuna voglia di impegnarsi a digerire certi mattoni alimentari. Personalmente la cosa che mi da più sollievo quando sono malaticcia è una bella scodella di zuppa, che scalda senza appesantire e dando anzi la giusta dose di nutrienti e di liquidi. E nell’attesa di stare un po’ meglio e tornare a provare ricette nuove, ho raccolto le mie preferite degli ultimi anni.

Da sinistra, in altro:
Zuppa di asparagi e piselli alla menta / zuppa di ceci all’orientale / zuppa di pollo thai / zuppa di zucca con quinoa
Zuppa di broccoli / crema di ceci e cavolo nero / crema di zucca al curry / zuppa di finocchio
Vellutata di carote / zuppa fredda di cetriolo / zuppa di carote col tomino fuso / zuppa di pastinaca
Crema di piselli / zuppa di noodle / crema di cavolo / zuppa di barbabietole
Zuppa fredda di sedano rapa e granny smith / zuppa di sedano e cozze / tomato soup / passato di verdura.

Friday, I’m in Love

20140404-185551.jpg

Pace interiore. Cosa darei per un momento di calma piatta e di completo silenzio, seduta alla finestra a fissare il panorama per ore e ore, preoccupandomi di nient’altro che il dover guardare la vita fuori che scorre. Vorrei.

1. Vorrei essere in viaggio nel posto più remoto possibile
2. un po’ di buona musica
3. uno spuntino che sia tanto buono quanto sano.

Ciao Aprile

ciaoAprile

Aprile è fondamentalmente un mese simpatico: sarà che inizia facendo lo spiritoso con tutti gli scherzetti del pesce d’Aprile, sarà che c’è sempre di mezzo qualche giorno di vacanza a renderlo più leggero, sarà la primavera…vedete un po’ voi. Comunque io lo inizio bene, dal nord dell’Inghilterra, dove l’accento è chiuso ma le persone hanno un cuore grande così. E ci scappan dentro anche 2 giorni a Edimburgo, dove non passa un minuto senza che io abbia il magone e le budella attorcigliate al suono delle cornamusa che suonano per strada. Poi al ritorno dall’Inghilterra mi prenderò qualche giorno di riposo per riprendere le fila di quella che nelle ultime settimane è stata una vita angosciata. L’impegno è quello di riposare il corpo e la mente, riprendendoieno possesso di idee e progetti in cantiere. In questo mi farò sicuramente aiutare dai miei 100 giorni felici (che stanno andando bene, potete darci un’occhiata qui).
E voi? Che programmi avete per questo Aprile?

Hummus effetto barbabietola

BeetHummus1

Uno dei miei (tanti) pallini è quello di barbabietolizzare tutto: ci ho condito la pasta, l’ho messa nell’impasto degli gnocchi, ci ho mantecato il risotto, l’ho messa in una zuppa, in una torta salata e in un’insalata invernale. Non potevo certo tirarmi indietro all’idea di colorare di fucsia anche la crema spalmabile più gustosa che esista.

BeetHummus2

Hummus di barbabietola
1 barbabietola di medie dimensioni già lessata sbucciata e tagliata a cubetti
1 scatoletta di ceci (scolati e sciacquati)
1 spicchio d’aglio pelato
3-4 cucchiaini di tahina
succo di mezzo limone
1 cucchiaino di cumino in polvere
1 cucchiaino di coriandolo in polvere
1 pizzico di sale
olio extravergine d’oliva
:: Si mettono tutti gli ingredienti in un frullatore e si frulla bene il tutto fino ad avere una crema densa. La quantità di olio da mettere deve essere sufficiente perché la crema sia non troppo liquida ma ben amalgamata. Si serve con degli spicchi di pane azzimo e con dei crostini.

BeetHummus3